Home Notizie Roma, Black Friday senza assembramenti: il piano per le vie dello shopping

Roma, Black Friday senza assembramenti: il piano per le vie dello shopping

426
Roma, Black Friday senza assembramenti: il piano per le vie dello shopping

Impedire gli assembramenti nelle vie dello shopping e nei centri commerciali di Roma e provincia, in occasione del Black Friday in programma oggi, venerdì 27 novembre con più controlli in strada e nei negozi. Verifiche attente che, anche in vista del prossimo fine settimana, nella Capitale continueranno ancora replicando il piano operativo che ormai dal 14 novembre sta accompagnando i week end nelle vie del centro della Città Eterna.

E’ questo l’obiettivo delle forze dell’ordine certificato anche nell’ultimo Comitato per l’ordine e la sicurezza a cui, oltre al Prefetto Matteo Piantedosi, hanno preso parte i vertici delle forze dell’ordine e i rappresentanti di Campidoglio e Regione.

I controlli in campo per il Black Friday a Roma

Il piano funziona per le giornate di sabato e domenica ma oggi, essendo una giornata anomala perché venerdì, quello appunto dedicato agli sconti del Black Friday, alcune limitazioni non saranno in vigore, prime tra tutte quelle riguardanti i centri commerciali e i grandi negozi che, come da ultima ordinanza della Regione Lazio, nel week end sono costretti a restare chiusi.

Oggi, secondo quanto si apprende, l’attenzione delle forze dell’ordine (polizia locale in primis) sarà concentrata sulle vie dello shopping della Capitale, anche se non si prevedono particolari assembramenti perché molto probabilmente i flussi si distribuiranno non solo nei negozi all’aria aperta ma anche nei centri commerciali. Insomma, gente in giro sì ma comunque “sparpagliata” per la città e questo potrebbe aiutare l’afflusso e il deflusso nei negozi.

Apre il nuovo centro commerciale Maximo, l’appello: “Evitare gli assembramenti”

Il rischio però è che nelle vicinanze o in prossimità delle strutture possano crearsi assembramenti. Così come potrebbe capitare di vederne all’interno. Motivo per cui oltre alla responsabilità individuale invocata dalla Prefetture e anche dall’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato che proprio due giorni fa aveva lanciato un appello ricordando di evitare affollamenti durante il Black Friday anche perché “le misure adottate stanno funzionando e bisogna continuare così. La rete ospedaliera sta tenendo”, i controlli (più attenti rispetto gli altri giorni della settimana) ci saranno.

Secondo le indicazioni del Comitato per l’ordine e la sicurezza, nella giornata di oggi l’attenzione sarà infatti intensificata rispetto a un normale giorno infrasettimanale proprio in ragione dell’appuntamento con gli sconti matti. Non ci saranno però pattuglie fisse davanti ai centri commerciali, ma controlli vicino ai megastore e intervenire, se necessario. All’interno dei centri commerciali, poi, sarà compito della vigilanza privata sorvegliare i corridoi degli esercizi.

Proprio oggi, inoltre, c’è attesa per la nuova apertura del Maximo. “Siamo pienamente soddisfatti in ogni occasione in cui il commercio, che sta attraversando una fase particolarmente critica, mostra la propria vitalità, ma al tempo stesso sollecitiamo tutte le parti in causa a fare il massimo, anche in termini di verifiche e monitoraggi, affinché siano rispettate le norme anticontagio a tutela della salute pubblica, di clientela e lavoratori – ha sollecitato il Segretario territoriale della Fisascat-CISL di Roma Giulia Falcucci – Desta la nostra preoccupazione l’apertura del centro commerciale ‘Maximo’, sulla Laurentina, previsto in occasione del Black Friday: l’auspicio è che, in ogni punto vendita, il dovuto sostegno alle attività commerciali avvenga senza che si verifichino ‘assalti’ o assembramenti”, conclude Falcucci.

I controlli nel week end e le possibili transenne

Per quanto riguarda il fine settimana, invece, il piano è chiaro: replicare quanto fatto nelle due settimane precedenti. I risultati parlano chiaro e anche la curva dei contagi, in flessione negli ultimi giorni, lo testimonia. Per il terzo week end di fila, quindi, moduli di contenimento per le vie del Centro storico e per quelle del Tridente.

Sono confermati i quattro varchi nelle strade dello shopping, la chiusura (se necessario) delle stazioni Spagna e Flaminio della metro A, le pattuglie con i megafoni in strada e transenne, con chiusure e limitazioni a tempo così come successo anche sabato (quando sono servite le transenne in via del Corso), anche con controlli e multe nei minimarket. Un protocollo che sarà in ogni altro fine settimana da qui a Natale. Un protocollo che, secondo le forze dell’ordine, è stato anche ben recepito dalla cittadinanza che ha saputo ben comportarsi.

Fonte: RomaToday