Sette borghi marinari da scoprire nel Lazio

0
76
RomaToday

Mare profumo di mare”, cantava Little Tony in una sua famosa canzone. E’ quello che i romani desiderano sentire in questi giorni di soffocante afa romana. C’è chi sta facendo il countdown alle vacanze, chi le ferie le ha già finite, chi non le avrà proprio. E allora? Meglio conoscere i borghi di mare più belli nei dintorni di Roma.

Dalla provincia di Roma a quella di Latina, ci sono delle località di mare dove fuggire nel weekend o nel giorno di riposo dal lavoro. Una pausa, andata e ritorno, che rigenera. Mare pulito, stabilimenti e ristoranti dove andare a mangiare, piacevoli passeggiate da fare, monumenti e musei da conoscere. Ecco 7 borghi marinari da scoprire vicino Roma:

Nettuno

A un’ora di macchina da Roma si trova l’antica Antium, come era chiamata dai Latini. Oggi, per tutti, Nettuno. Un borgo medievale marinaro, che oltre alle sue spaziose spiagge vanta un centro storico suggestivo, una perla della nostra regione. Un paesino fatto di vicoli pittoreschi, piazze affascinanti, palazzi storici, torrioni cilindrici. Andando a Nettuno, vale la pena allungarsi fino a Torre Astura, una fortezza marittima che si collega alla terraferma tramite un ponte ad arcate. Qui si trova anche un’ombreggiata pineta per chi voglia rilassarsi e rigenerarsi dal caldo estivo.

Sperlonga

Un borgo di mare su uno sperone roccioso. Sabbia dorata, mare cristallino, casette bianche. Una perla del Lazio a due ore da Roma. Siamo a Sperlonga, in provincia di Latina. Meta di gita fuori porta, scelta da numerosi romani per una scappata al mare (andata e ritorno) o per una vacanza più lunga (tanti i romani che qui hanno una casa di villeggiatura). Ma Sperlonga non è solo mare, ha tanto altro da regalare ai turisti.

San Felice Circeo

Rimaniamo in provincia di Latina per scoprire uno dei luoghi più belli e rinomati del Lazio, in un borgo dove – ancora oggi – è vivo il mito di Ulisse e della Maga Circe. Siamo, ovviamente, a San Felice Circeo, il borgo marinaro in provincia di Latina, luogo di seconde case di tanti romani, meta scelta per evadere dal caos capitolino, per un weekend o – perché no – anche per un periodo più lungo. La storia di San Felice Circeo trova le sue radici, come anticipato, nella leggenda di Ulisse che nell’Odissea sbarcò proprio qui rimanendo sedotto dalla Maga Circe da cui il borgo prende nome.

Gaeta

Terza tappa, in provincia di Latina, perchè vale assolutamente la pena scoprire Gaeta. Un’oasi preziosa della nostra regione. Gaeta è una repubblica marinara, nota già ai tempi degli antichi romani e, ancora oggi, ambita meta per una gita fuori porta e – perché no – per una vacanza pittoresca, rilassante, in uno dei mari più belli del Lazio. E’ situata sulla sperone del Monte Orlando, un centro che – oltre a regalare un panorama suggestivo – è ricco di storia, di monumenti da scoprire.

Anzio

Ricordata soprattutto come città natale di Nerone, Anzio (in provincia di Roma) è ad oggi una delle località di mare più frequentate del Lazio d’estate. Tanti i romani ad avere qui la seconda casa o ad affittarla. Anzio è un borgo di mare vivace, consigliato per giovani e famiglie con bambini. Tante le spaziose spiagge di sabbia situate tra la riviera di Levante e la riviera di Ponente, da vedere anche il porto (da cui partono le imbarcazioni per le isole pontine), Tor Caldara e il museo dello sbarco di Anzio.

Tarquinia

Si tratta di una delle più antiche città italiane, con un complesso di necropoli etrusche tra i più grandi d’Italia. Siamo in provincia di Viterbo, a Tarquinia, meta turistica molto apprezzata dai romani per la vicinanza al mare. Tra camping, hotel e case in affitto, molti sono i cittadini della Capitale (soprattutto famiglie con bambini) a popolarla in estate. Sulla costa si trova la spiaggia delle Saline, lunga, spaziosa e vicina alla Riserva Naturale.

Terracina

Terracina, in provincia di Latina, è tra i principali centri turistici del Lazio. Qui molti romani si recano per il mare, per mangiare buon pesce, ma anche per scoprire un borgo marinaro ricco di storia. Qui si trova, infatti, il tempio di Giove Anxur, parte di un complesso monumentale che costituiva l’acropoli. si trova sul Monte Sant’Angelo e permette di godere di un panorama mozzafiato sul golfo e sulle isole pontine.

Fonte: RomaToday