Home Eventi Lazio, 11 comuni con le “Bandiere blu”, ecco l’elenco delle spiagge più...

Lazio, 11 comuni con le “Bandiere blu”, ecco l’elenco delle spiagge più belle

342

L’ong internazionale Fee (Foundation for Environmental education, fondazione per l’educazione ambientale) ha pubblicato la lista delle bandiere blu, uno tra i riconoscimenti più ambiti in merito al turismo balneare e alla pulizia di spiagge di mare e di lago. Nel Lazio sono 11 i comuni premiati con le Bandiere blu, due in più rispetto allo scorso anno: Fondi e Minturno. Che si aggiungono ai comuni premiati nel 2020 e che si sono confermati anche quest’anno: Latina, Sabaudia, San Felice Circeo, Terracina, Sperlonga, Gaeta, l’isola di Ventotene, Trevignano e Anzio, entrata in lista due anni fa.

Passiamo alle spiagge nel dettaglio. In provincia di Roma è stata premiata la spiaggia di Trevignano Romano in via della Rena, ma è Anzio a raccogliere il numero maggiore di bandiere blu, assegnata a ben sette lidi: Tor Caldara, Riviera di Ponente, Riviera di Levante, Marechiaro, Lido Di Lavinio, Lido dei Pini e Colonia. In provincia di Latina il lido considerato al top dall’Ong è Cala Nave a Ventotene, mentre a Gaeta figurano: Arenauta, Ariana, Sant‘Agostino, Serapo.

Latina ad aggiudicarsi la bandiera blu è il lido Latina Mare mentre a Sperlonga tra i premiati ci sono i lidi Lago Lungo, Bazzano, Ponente, Levante. A Terracina le spiagge premiate sono Levante Ponente, mentre a San Felice Circeo è stato premiato tutto il litorale e a Sabaudia il lungomare.

L’ong Fee ha poi premiato anche gli approdi, ovvero i porti turistici, e nel Lazio il premio alla base Flavio Gioia in provincia di Gaeta.

Il riconoscimento viene assegnato sulla base di criteri molto duri fra cui una pulizia del mare giudicata eccellente negli ultimi quattro anni, l’efficienza della rete fognaria, delle acque reflue e della raccolta differenziata, la quantità e la rete delle piste ciclabili, la cura dell’arredo urbano e delle aree verdi. Il premio viene assegnato da una giuria di cui fanno parte, oltre agli esperti della ong Fee, anche i tecnici dei ministero della transizione ecologica, dell’agricoltura e del turismo, ma anche rappresentanti di strutture alberghiere, ambientali e urbanistici.

Il turismo balneare si conferma in questo modo una eccellenza nel panorama laziale e un asset su cui punta la Regione nella prossima borsa del turismo in programma sulla piattaforma on line della borsa internazionale dle turismo dal 9 al 12 maggio. Tra le mete più importanti in materia di turismo balneare che la Regione, rappresentata dall’assessore al Turismo Valentina Corrado, promuoverà alla Bit ci sarà anche il castello di Santa Severa e la vicina area archeologica di Pyrgi. Oltre naturalmente alle località premiate oggi con la Bandiera blu.

Fonte: Roma la Repubblica.it